Ecco la newsletter con i prossimi eventi in programma!  Clicca qui

Per rimanere sempre aggiornato seguici su Facebook

(Puoi seguire la pagina Facebook della Dante anche se non hai un account Facebook)

Alcuni eventi passati:

 

Teatro italiano “L’amico del diavolo”

Grande successo di pubblico e partecipazione, lo scorso 17 febbraio al teatro De Koelisse. Una serata all’insegna del sano divertimento grazie allo spettacolo della Compagnia “Il Berretto” di Bruxelles con L’amico del diavolo, di Peppino de Filippo. Un pubblico variegato e coinvolto ha assistito alle disavventure della famiglia di Bartolomeo, avaro signore ossessionato dal denaro e dal continuo risparmio: ogni affare per lui è misurato dalla quantità e convenienza con cui poter trarre vantaggio economico, così da poter alimentare sempre di più la propria cassaforte. Dopo la mancata possibilità di accasare la figlia Elisa con un ricchissimo – ma tonto – giovanotto, Bartolomeo accetterà di vedersi sottratta la moglie in cambio di un vasto appezzamento di terra con casa colonica e villino. Insomma, il vecchio protagonista è disposto a tutto per poter immettere senza tregua denaro nelle proprie casse. Un’esistenza – quella di Bartolomeo – destinata alla solitudine, perché incapace di coltivare i sani rapporti familiari.
L’evento ha riscontrato grande successo e coinvolgimento, con apprezzamenti dal pubblico variegato e plurilingue, che ha applaudito con piacere lo spettacolo. Al termine della performance, è seguito un momento di condivisione e brindisi tra pubblico e attori, in cui – al contrario delle vicende narrate – poter godere del sano stare insieme.

 

Degustazione vini sardi

Il giorno 02/12/2023, a Leuven, si è tenuta una degustazione di vini sardi. L’enologo Riccardo Curreli, venuto direttamente dall’Italia, ci ha presentato la cantina Santadi, azienda vinicola sarda fondata nel 1960, famosa anche a livello internazionale. Il sommelier Daniele Mammoli ha invece guidato i partecipanti nel viaggio degustativo e sensoriale dei vini, in modo da far assaporare al meglio le scelte proposte. I vini presentati erano cinque: Solais, il bianco Cala Silente, il rosato Tre Torri, e due rossi, il Noras e il Rocca Rubia. Ogni vino proposto è stato accompagnato da una breve descrizione sulla sua storia, sul metodo e sul territorio di origine, supportato da immagini visive a cui seguiva la spiegazione del sommelier che per ciascun vino, ci ha introdotto all’esplorazione delle sfumature aromatiche e gustative che lo rende distintivo, aiutando i partecipanti a capire come distinguere un vino dall’odore, dal sapore e dando consigli su quali possano essere i migliori alimenti con cui accompagnarlo.Gli esperti che hanno tenuto l’incontro si sono poi dimostrati disponibili ad eventuali domande e chiarimenti sulle spiegazioni date in precedenza, girando per la sala ed assicurandosi che tutti stessero trascorrendo una buona serata. L’evento dello scorso sabato non è stato quindi solo un incontro alla scoperta dei sapori del palato, ma anche un viaggio formativo ed immersivo alla scoperta di una regione ricca di cultura e tradizione, il cui clima particolare e il suolo conferiscono alle uve un sapore peculiare. L’accoglienza e l’atmosfera calorosa, la disponibilità e la passione dei rappresentanti hanno reso la degustazione un’esperienza ricca e intensa, rendendo i partecipanti totalmente soddisfatti per aver passato un sabato diverso tra sapori e cultura.

 

Alice Brescini

 

CIAO, una domenica particolare

 Domenica 26/11/2023 si è tenuto l’evento Ciao!: un tuffo nella cultura italiana.
Si tratta di un progetto Erasmus+ di Taste Italy, CVO Volt, le Acli, e con il sostegno di Dante Leuven,che mira a promuovere e diffondere la cultura italiana e a colmare il divario tra gli italiani di terza e quarta generazione in Belgio e la patria dei loro antenati. Pertanto i partecipanti hanno avuto modo di entrare in contatto con le diverse associazioni che hanno promosso questo evento e di conoscere i loro obiettivi.
Il progetto si è svolto in una meravigliosa sala ad Edward Van Evenstraat 4, nella quale i partecipanti hanno trovato diversi stand con degustazioni di grappe dei territori di Trento, libri in italiano, gastronomia e musica dal vivo; abbracciando quindi diverse sfaccettature dell’Italia. Il pomeriggio è stato poi ulteriormente arricchito dalla lettura delle poesie di Robert Bogaerts e dalla degustazione di vini, presieduta da Daniele Mammoli.

Il sommelier ci ha introdotto nel mondo dell’enologia, insegnandoci quali sono i fattori cui tener conto nella distinzione di un buon vino da uno di bassa lega. Successivamente ci ha fatto degustare quattro tipologie di vini diversi accompagnando l’assaggio a spiegazioni, interventi con coinvolgimento del pubblico, e qualche piccola competizione scherzosa con premi finali. I partecipanti in questo modo si sono avvicinati in modo coinvolgente e giocoso a quel mondo dell’enologia che rappresenta una fetta importantissima e rappresentativa della cultura italiana. La varietà di attività offerte ha reso l’evento accessibile a tutti, dai giovani agli adulti, dagli italiani stessi agli appassionati e a chi si avvicinava a questa realtà per la prima volta. Tutti i presenti si sono mostrati molto coinvolti ed interessati; inoltre, hanno incontrato nuove persone e nuove realtà, lasciando la sala in tarda serata pienamente soddisfatti.
Ringraziamo calorosamente gli organizzatori, e tutti coloro che hanno reso possibile questo straordinario evento “Ciao!”, i quali hanno contribuito a creare un ponte culturale tra l’Italia e il Belgio, arricchendo entrambe le comunità.

Alice Brescini

 

Lezione di Yoga con Francesca Orlando

La domenica mattina del 12 Novembre, al centro sportivo Redingenhof di Leuven, si è tenuta una lezione di Hatha Flow Yoga, alla quale ha preso parte un gruppo eterogeneo di età ed esperienze differenti, sia esperti che principianti.
Con Hatha Flow Yoga si intende uno stile di Yoga che unisce la pratica lenta classica a quella Vinyasa, ovvero sequenze di movimenti dinamici collegati fra loro dal respiro; si ha quindi uno stile dolce e morbido, dove ogni posizione fluisce in modo naturale in quella successiva, senza una separazione netta che interrompa tale flusso. La lezione è stata guidata dalla voce dell’insegnante di yoga Francesca Orlando che, accompagnata da una musica lenta e rilassante, ha creato un’atmosfera tranquilla e rilassata. Attraverso la pratica del respiro consapevole, i partecipanti hanno alternato movimenti flessibili a movimenti che implicano la forza, la resistenza e l’equilibrio.
L’insegnante, oltre a guidarci nei movimenti, ha introdotto anche quelle che sono le basi di questa pratica, trasportando con la voce, durante la pratica dello Shavasana, ad un maggiore rilassamento dei vari muscoli, aiutandoci a svuotare così anche la mente sino a trovare un equilibrio tra sfera fisica e mentale. Grazie quindi all’approccio attento e disponibile dell’insegnante e alla focalizzazione sulla pratica, la sala è stata permeata di energie armoniose e positive, che hanno contribuito al benessere e alla soddisfazione generale di tutti i partecipanti.
A lezione finita, i partecipanti hanno trovato i loro muscoli più rilassati ed hanno visto svanire le tensioni fisiche e mentali. Domenica abbiamo preso quindi parte ad un’ora intensa e gratificante che si è rivelata essere un ottimo modo costruttivo e salutare di sfuggire alla vita frenetica di tutti i giorni.

Alice Brescini

 

Laboratorio in italiano per bambini con Ad Alta Voce

Sabato 21 ottobre 2023 si è tenuto il primo laboratorio di lettura di racconti in italiano per bambini, nell’ambito della Settimana della lingua italiana nel mondo. L’incontro, svoltosi grazie alla collaborazione con Alessandra Marconi di Ad Alta Voce, ha riscosso un gran successo. Tema del giorno: la sostenibilità ambientale. Educare i bambini a temi di tale rilevanza quali la sostenibilità e la sensibilizzazione al mondo naturale che ci circonda oggi è di fatto di fondamentale importanza. I racconti selezionati per questo evento, rivolto a bambini dai 3 ai 10 anni, sono a cura di Arianna Papini e sono stati letti in modo co involgente, istruttivo ed interattivo, affinché potessero essere gli stessi partecipanti ad immaginare la storia e dar sfogo alla loro creatività. I bambini sono stati infatti rapiti dai personaggi e dalle loro avventure. Le letture sono state poi seguite da attività di disegno e ballo. La mattinata si è svolta quindi in un’atmosfera giocosa e calorosa, dimostrando che anche le tematiche legate all’ambiente possono essere divertenti e formative. I bambini che hanno preso parte al laboratorio hanno risposto positivamente alle attività proposte ed hanno avuto l’opportunità di avvicinarsi al mondo naturale in modo spontaneo e costruttivo.
Ringraziamo per la collaborazione anche Filef Nuova Emigrazione Belgio e Huis van het Kind Leuven.

Alice Brescini

 

Teatro in italiano: il mercante di Venezia

Martedì 17 ottobre 2023 la compagnia teatrale veneziana Teatroimmagine ha portato in scena
a Leuven la commedia dell’arte attraverso l’opera shakespeariana “Il Mercante di Venezia”.
L’opera, ambientata a Venezia nel XVI secolo, racconta di un giovane gentiluomo, Bassanio,
il quale vuole prendere in sposa una giovane aristocratica di Belmonte, Porzia. Non avendo
denaro a sufficienza, Bassanio chiede in prestito al suo amico Antonio 3.000 ducati. L’amico, non riesce a prestare tale somma ma si rivolge a Shylock, un ricco usuraio ebreo, che accetta l’offerta di Antonio a condizione di ottenere una libbra della sua carne come garanzia del prestito. L’opera affronta tematiche rilevanti , complesse e senza dubbio ancora attuali quali l’antisemitismo, la tolleranza e il pregiudizio, il mondo dell’economia e del commercio in contrasto con la religione e le sue tradizioni, e l’ambivalenza della legge, spesso manipolata per interessi personali.

Ad assistere allo spettacolo vi era un denso gruppo eterogeneo e plurilinguistico, il che ha rappresentato un’occasione per gli italiani di assistere ad un’interessante serata all’insegna delle loro tradizioni e, per coloro che stanno apprendendo tale lingua, di entrare in contatto con le varietà dialettali e con l’universo artistico italiano, nonché con la tradizione della
commedia dell’arte, con le sue maschere accattivanti e il suo stile inconfondibile.
Attraverso luci di scena, accompagnamento musicale dal vivo, l’utilizzo delle maschere e
l’improvvisazione volta al coinvolgimento diretto con il pubblico, gli spettatori sono stati
trasportati in un’atmosfera travolgente ed appassionante, a tratti comica e giocosa, a tratti
intensa e inquietante, sentendosi loro stessi parte integrante dello spettacolo.

Alice Brescini

Club di lettura: Se una notte d’inverno un viaggiatore di Italo Calvino

Il 7 ottobre 2023, si è tenuto il primo club di lettura dopo l’estate: un pomeriggio piacevole tra gli amanti della letteratura che ha ruotato intorno al metaromanzo per eccellenza “Se una notte d’inverno un viaggiatore” di Italo Calvino, in occasione del centenario della morte dell’autore. Pubblicato da Einaudi nel 1979, si tratta di un romanzo sperimentale, il quale può essere considerato un esempio di letteratura postmoderna. Calvino in una conferenza a Buenos Aires così parlava del romanzo: “È un romanzo sul piacere di leggere; protagonista è il lettore che per dieci volte comincia a leggere un libro che per vicissitudini estranee alla sua volontà non riesce a finire. Ho dovuto dunque scrivere
l’inizio di dieci romanzi d’autori immaginari. Tutti in qualche modo diversi da me e diversi tra loro.” Ci troviamo pertanto di fronte ad un libro che parla di libri: strutturato da una cornice narrativa a matrioska; chiunque si immerge in tale lettura si ritrova immerso in un labirinto di narrazioni, in un gioco narrativo che tratta più storie su livelli diversi, che con una sfumatura ironica trasporta il lettore in un tessuto complesso di intrighi, riflessioni filosofiche, rimandi e citazioni. I partecipanti hanno condiviso le proprie interpretazioni ed emozioni suscitate dalla lettura: sono emersi diversi pareri, in un dialogo aperto e appassionato. La capacità di Calvino di
mescolare realtà e finzione ha fatto emergere un vivace dibattito sulla struttura narrativa innovativa del libro, che ha portato gli stessi partecipanti a riflettere sull’atto stesso della lettura.
Il Club di Lettura del 7 ottobre 2023 è stato molto più di una semplice riunione: è stato un viaggio condiviso attraverso le parole e il pensiero filosofico e letterario di uno dei grandi maestri della letteratura italiana.

Alice Brescini

 

Concerto di Belcanto

Venerdì 29 settembre

La pianista Tiziana Bianco e la soprano Emanuela Marulli ci hanno accompagnato in un viaggio attraverso il Belcanto. Un percorso affascinante apprezzato tantissimo dal pubblico.

Ascoltate qua l’intervista alle due artiste.

 

Passeggiata naturalistica con Fiorella 

Sabato 16 settembre
 

Un incontro atteso per chi ama la città e il verde, quello con Fiorella che ci ha svelato gli angoli verdi nascosti vicino alla stazione di Lovanio. Grazie @ Nicole Van Lierde per le belle foto!

 

 

Alkibiades: een ontmoeting van Ilja Leonard Pfeijffer

De classicus Ilja Leonard Pfeijffer keert in dit boek terug naar zijn intellectuele roots – het oude Griekenland – om het verhaal te vertellen van de jonge Athener Alkibiades: bloedmooi, ambitieus, gecultiveerd en welbespraakt. Liefhebbers van de Italiaanse geschiedenis kennen hem van de expeditie naar Sicilië: een gewaagde gok die de Atheense hegemonie had moeten versterken maar faliekant afliep. Pfeijffers’ roman is natuurlijk veel meer dan een historische biopic. Het gaat over de democratie, en meer bepaald over het verval ervan. Wanneer, aldus de schrijver, de publieke opinie bepalend wordt voor het beleid, gaan de poppen aan het dansen. Democratie houdt immers in dat je moeilijke keuzes moet maken, het algemeen belang boven het eigenbelang stellen, een toekomstvisie ontwikkelen.

Toen Pfeijffer merkte dat het net deze karakteristieken van de democratie zijn die ook nu onder vuur liggen, vond hij de tijd rijp om erover te schrijven. Een wake-up call dus, in de vorm van een lijvige, minutieus gedocumenteerde tragedie. 

Journaliste Katrien Steyaert (Knack Weekend, De Standaard, KU Leuven, Iedereen leest) interviewde de auteur voor een uitverkochte schouwburg.

 

Per altri eventi passati cliccare qui.